AMMIRAGLIA Sono poche le auto che possono vantare lo stesso blasone della Mercedes Classe S. Nata nel 1972 è un'auto che fin da subito ha saputo dettar legge nel segmento, grazie alla graduale introduzione di innovazioni tecnologiche, dall'ABS alla carrozzeria a deformazione programmata, diventate poi obbligatorie per legge. L'attuale generazione, marchiata W222, si concede il più classico dei restyling di metà carriera, senza snaturare un veicolo che, nei fatti, ha venduto oltre 300.000 unità dal lancio avvenuto nel 2013. 

IL DIAVOLO STA NEI DETTAGLI 6.500 sono i componenti cambiati dalla versione pre-restyling della Mercedes Classe S. Lunga 5,11 metri per quasi 2 di larghezza, la Classe S ci tiene a mostrare il proprio status sin dal primo sguardo. Per quanto si tratti di una vettura dalle dimensioni generose, non è per nulla sgraziata. L’anteriore è stato oggetto di un maquillage di fino, con un lieve mutamento della firma luminosa e delle prese d’aria. Importante, e non poteva essere diversamente, la stella a tre punte che svetta sul cofano. In taglio laterale, le linee sono sinuose, modellate dal vento, mentre il posteriore non  presenta la fanaleria OLED che invece troviamo sulle varianti Coupé e Cabrio, risultando nel complesso meno leggera rispetto al frontale.

INTERNI: CHE BENESSERE Quando si aprono le portiere di una Mercedes Classe S, ci si aspetta di essere travolti da tutto il lusso che la casa tedesca possa offrire. E, devo dirvi, che in questo caso non sono stato deluso. Per prima cosa, la pelle riveste ogni superficie sulla quale l'occhio si posa. La morbidezza è totale per i rivestimenti dei sedili: dal poggiatesta allo schienale, il comfort è totale. Chapeau. La pelle la si ritrova poi sulla plancia anche se, devo ammetterlo, il dualismo nero-panna della Classe S che ho provato, per quanto ben riuscito, presenta cuciture a rombo un po' troppo figlie del gusto teutonico. I passeggeri posteriori, che per la Classe S rappresentano in molti casi i veri proprietari dell'auto, hanno a loro disposizione una svariata serie di comandi, arrivando nel caso di quello di destra a poter muovere in avanti il sedile anteriore, per poter distendere le gambe mentre si consultano gli indici di borsa o ci si vuole concedere un Ferrero Rocher, come nel famoso spot degli anni '90.

ORA DEL RELAX La Classe S 2018 può a buon diritto essere considerata una SPA su ruote: dotata di sedili massaggianti a richiesta, l'auto porta con sé il programma Energizing. Di cosa si tratta è presto detto: una serie quasi infinita di massaggi, da quelli più dolci sino a quelli che simulano la terapia con pietre calde, che viaggiano di pari passo con accostamenti cromatici e musica selezionata dall'auto in base allo stato d'animo dell'occupante. La coda in tangenziale, su una Mercedes come questa, avrà tutto un altro sapore.

INFOTAINMENT: TUTTO QUELLO CHE SERVE La nuova Classe S si avvicina alla linea tracciata dalla Classe E 2017 per quanto riguarda l'infotainment. Sparisce il monitor sospeso figlio del pre-restyling: adesso il cruscotto digitale e l'interfaccia dell'infotainment sono quasi un unico elemento, anche se in realtà si tratta di due display affiancati dalle dimensioni di 12,3" ciascuno. Arriva la doppia compatibilità con i nostri smarphone grazie al porting di Android Auto ed Apple CarPlay, mentre a diffondere l'audio ci pensa l'impianto premium firmato Burmester che, detto tra di noi, ha poco da invidiare alla Sala da Concerti di Goteborg offerta sulle recenti Volvo. Chiare e zelanti le indicazioni del navigatore mentre, pur indossando occhiali da sole con lenti polarizzate, non soffro quasi per nulla di alcun riverbero sugli schermi. 

 

Contatti

Telefono: (+39)049 8096288
Email: info@michielottoautoservizi.it
Website: www.michielottoautoservizi.it

Via C.Colombo,8 - Peraga di Vigonza (PD)